Who I am

Alba Gnazi

Le parole sono una chiave e un ponte, un codice privilegiato e misterioso, un canto: leggo da quando ne ho memoria.
Ancorata alla Musica, trattengo chimere sotto le unghie e mi ricompongo nella luccicanza di gioie minute, a metà tra il surreale e la strada.
E di vagare non smetto.


Woman - Art

Ada Breedveld


Ada Breedveld
Augustine Kassi
Sarah Jane Szikora
Catrin Welz-Stein
Sarah Jane Szikora
Susan De Waart Ruiter
Edson Campos
Henry Asencio
Jeanne Lorioz
Jeanne Lorioz
Yvonne Zomerdijk
Patrick Cornee
Sarah Jane Szikora
Henry Asencio
Susan De Waart Ruiter

Alwin Van Der Linde







La mia donna scrive poesie
E porta calze di cotone

Non sa cucire, la mia donna

Ma mi rapisce coi suoi capelli

Siede nel rombo assolato

D’una magnolia, nelle domeniche di marzo
E legge come se fosse cieca
Del mondo attorno, fuorché di me

Di rosso e nero i suoi vestiti

Senza tacco le sue scarpe
Piedi che al cielo fanno ombra
Coi colori viola del tempo che non passa

Ma è lo sguardo, la verde ragnatela dello sguardo
Che non mi lascia dormire
Di notte
Che incunea ogni volontà e ogni assenza
Di giorno

‘ Ti amo ’, mi dice

Come se fosse giunta primavera
E di puerili gesti riveste le giornate e la casa
Ch’è casa, è viva e fa festa
Solo da quando la abita

E' casa, la nostra:

un gatto, un ciliegio, tende arancio
futili tesori

Inspiro la sua pelle

mentre dorme e 
non sa
quanto mature e acerbe bellezze 
a lei s’inchinino,
come muoiano
nell’incavo mistico della sua gola
come sfumino
nel trapezio nudo di sesso e pudore
che la riveste e m’inebria


Io non dormo, no: non posso che

guardarla
e trovare riparo tra i suoi
capelli, con le dita
sulla coscia che la luna spia

e verso me la tiro, nel mio possesso la stringo

di carne e sogno il nostro universo
‘Amore’, bisbiglia
E con un braccio mi cinge il capo

Anche ora, nei suoi baci

Poesie per me scrive
Priva di calze e voce

I suoi piedi si fermano sui miei

E in quella redenzione
ogni clessidra si spezza

La luna si copre la bocca
Sbarra le strade
E ammutolisce di fronte

Alle sacre anse silenti 
che raccolgono
ogni mio respiro.

Alba Gnazi



(Images: Web)

Post più popolari

Archivio blog

Follow by Email

Google+ Badge